Gli alloggi preferiti di Stana Katic

La protagonista di Castle e Absentia, che ha radici di famiglia in Dalmazia, ci parla dei suoi hotel preferiti.

 


Korakia Pensione a Palm Springs

È un hotel boutique da cui riprendersi dalla vita frenetica di Los Angeles. Un luogo dove si mette da parte la tecnologia per rannichiarsi con un buon libro accanto alla piscina. Tutto il cibo è fatto in casa ed è molto appetitoso e squisito. Ed è divertentissimo andare in giro per Palm Springs in bicicletta. Camera doppia da AED a 559; 001-760-864 6411, korakia.com

 

Bisate Lodge, Rwanda

La vista da questo piccolo e intimo albergo è spettacolare. Il personale è molto accogliente e talentuoso. Dopo una giornata di trekking a seguire i gorilla di montagna è bellissimo ritirarsi in questa ‘seconda casa’. Un’architettura stravagante insieme a pratiche ecosostenibili lo rende indimenticabile.
AED 4,770 a persona a notte; 0025-078-835 1000, wilderness-safaris.com

 

Hotel Vestibule Palace in Croazia

L’Hotel Vestibule si trova a Split ben nascosto nelle mura del vecchio palazzo dove si ritirò Diocleziano. Passeggiando in città sembra di tornare indietro nel tempo. Piccoli viali antichi in pietra, come labirinti, spruzzi dal mare Adriatico, cori a cappella maschili, cucina locale, uva e gelato…. Adoro rifugiarmi in questo albergo quando mi trovo in Dalmazia. Camera doppia da AED 1,122; 00385-21-32 9329, vestibulpalace.com

 

Post Ranch Inn
California

È difficile elaborare questo posto con gli occhi perché la vista è incredibilmente maestosa. Incastonato sulle scogliere di Big Sur è stato per me una fonte di ispirazione mentre mi preparavo per un progetto o mi rilassavo dopo averne finito uno. Passeggiate tranquille nelle foreste di sequoia e nuotate notturne sospesa sopra l’oceano mi hanno lasciato ricordi molto forti spiritualmente. Camera doppia da AED 4,022; 001-831-667 2200, postranchinn.com

 

Square Nine Hotel Belgrado
Serbia

Belgrado assomiglia molto a come era Berlino 10 anni fa. Non attira il tipico blogger di viaggi ma europei che amano il cibo e la vita notturna. Adoro il design ed il servizio a Square Nine. Chiedete al barista di assaggiare i suoi famosi rakijas – ditegli che vi mando io. Camera doppia da AED 795; 00381-11-333 3500, squarenine.rs

“Absentia” con protagonista Stana Katic è stata rinnovata ufficialmente per la terza stagione da Amazon

La serie “Absentia” con protagonista Stana Katic è stata rinnovata ufficialmente per la terza stagione. Ci sarà un nuovo showrunner e due nuove aggiunte al cast.

Amazon ha ufficialmente confermato la terza stagione del thriller ‘Absentia’, con protagonista e produttrice esecutiva Stana Katic. Uscirà nel 2020 esclusivamente su Prime Video negli Stati Uniti, e su alcuni mercati preselezionati in tutto il mondo.

Le riprese della terza stagione sono già iniziate a Sofia, Bulgaria, con il nuovo produttore esecutivo Will Pascoe (Orphan Black, Shut Eye), che prende il posto di Samantha Corbin-Miller responsabile di produzione della seconda stagione, e con due nuove aggiunte al cast – Geoff Bell (Kingsman: The Secret Service) e Josette Simon (Wonder Woman).

Katic aveva dato delle indicazioni della nuova stagione postando fotografie con gli autori della serie e foto fatte in Bulgaria.

Absentia, prodotto dalla Bizu Productions, in associazione con Amazon Studios e la recentemente creata Gemstones Studios Della Sony Pictures, è centrata sul personaggio di Emily Byrne (Katic) un’agente della FBI.
La nuova stagione inizia tre mesi dopo i drammatici eventi della seconda stagione, con Emily che si avvicina alla fine del periodo di sospensione dalla FBI e facendo di tutto per essere la migliore madre possibile per suo figlio. Tutto si capovolge quando uno dei casi criminali di Nick Durand (Patrick Heusinger) la tocca troppo da vicino minacciando la famiglia che lei sta disperatamente cercando di mantenere unita. È un viaggio pericoloso che la porterà lontano da Boston e la metterà alla prova come mai prima, obbligandola ad imparare di nuovo a fidarsi, ad amare ed a ottenere finalmente il suo giusto posto nel mondo.

Bell avrà il ruolo di Colin Dawkins, un faccendiere/mediatore professionale di un’organizzazione criminale internazionale. È raffinato, elegante e fa tutto con classe e stile. Josette Simon sarà Rowena Kincade, un’ex istruttrice di Quantico e un’agente di carriera dei servizi segreti inglesi M15 e M16. Anni prima Kincade vide qualcosa di particolare in Emily e da allora la segue ma non si sa se da amica o nemica. Oltre a Katic, Heusinger, ritorna alla terza stagione come l’ex marito di Emily e come Agente Speciale, Nick Durand. Altri attori del cast di Absentia che rivedremo sono Neil Jackson, Matthew Le Nevez, Natasha Little, Paul Freeman e Patrick McAuley.
I produttori esecutivi della serie sono Julie Glucksman, Stana Katic, Will Pascoe e Kasia Adamik, la quale è anche una dei registi. Come lo è anche Greg Zgliński . La serie fu creata da Gaia Violo e Matt Cirulnick e si basa su un copione pilota scritto da Violo stessa.

Absentia fu originariamente commissionato per le reti internazionali di Sony Pictures Television dove ritornerà per la terza stagione su mercati selezionati su AXN in America Latina ed in Europa. La serie è distribuita in tutto il mondo da Sony Pictures Television.

Oltre negli Stati Uniti Prime Video è il distributore esclusivo della serie in Australia, Austria, Germania, India, Israele, Korea del Sud, Italia, i Paesi Bassi, Regno Unito, Singapore e Turchia.

 

Imagista – Intervista e servizio fotografico a Stana Katic

L’attrice/produttrice Stana Katic non si ritiene “unica nel suo genere” o”estremamente interessante”, ma ci sentiamo in obbligo a dire che le cose non stanno così.
Se avete avuto modo di vedere la sua esibizione in Absentia o se conoscete la sua dedizione nelle cause dell’assistenza minorile, allora anche voi vi sentirete obbligati a dissentire. Ha prodotto questa grande serie di successo su Amazon, contribuendo ad incrementare il grande sentimento di ammirazione nei riguardi di Stana. Imagista ha intervistata questa donna eccezionale poco dopo il suo photoshoot organizzato da Imagista, con la partecipazione di Sergio Kurhajec.

 

Imagista: Ho parlato con il fotografo Kurajec poco dopo i scatti fotografici che ci hai concesso. È rimasto impressionato dalla tua presenza dietro la telecamera e dalla tua persona. Come ti é sembrato questo lavoro?
Stana Katic: È stato fantastico. Ho amato lavorare con lui. Penso che quando un attore lavora con un fotografo, è importante partire con il piede giusto. Si delinea una forma di comunicazione silenziosa, in particolare quando ad un attore è richiesto di essere vulnerabile in modo che possa rivelare sè stesso. È meraviglioso quando comunico con il fotografo e Sergio prepara uno spazio sicuro per poter lavorare. Mi ha permesso di sentirmi libera e felice come io lo desiderassi e questo dimostra il suo talento e la sua esperienza. È andato oltre, al di là di quanto un normale fotografo.
Ho avuto modo di lavorare con la stylist Mimi Fisher che é una vera Rockstar. I vestiti che ha scelto erano agevoli e taglienti come se fossimo dopo la seconda guerra mondiale.

 

Imagista: Lo styling ti ha dato una nuova visione delle cose? Hai impersonato un personaggio durante lo shooting?
Stana Katic: C’è sempre stato qualcosa di rock and roll nei suoi abiti e tutto era così spontaneo, naturale e sincero. È la riprova del talento Mimi e Sergio in fatto di styling, così come dei loro gusti. È un piacere indossare abiti così ben fatti e così belli.

 

Imagista: Tu hai recitato nel ruolo di Emily Byrne nella serie Absentia e sei anche una produttrice. Come hanno condizionato la tua vita il tuo ruolo e questa serie in generale?
Stana Katic: Come attrice e in particolare come produttrice, è molto gratificante sapere che la seconda stagione della serie é risultata dall’inizio una delle migliori serie per Amazon. Questo significa che stiamo agendo nel migliore dei modi. Siamo alla ricerca di un nuovo pubblico ed é una lieta conferma.

 

Imagista: Ci sono altri progetti ai quali ti stai dedicando?
Stana Katic: Quando posso mi dedico a progetti in favore dei bambini, nell’ambito dell’assistenza e dell’educazione, così come al tema ambientale. Quando posso impegnarmi per il benessere della società globale, provo grande soddisfazione e stimolo. Quindi ogni volta che ho l’opportunità di collaborare con un’organizzazione che lavora su uno di questi due fronti, sono sia entusiasta che grata.

 

Imagista: C’è un’organizzazione specifica a cui dedichi il tuo tempo?
Stana Katic: Quando stavamo lavorando allo show in Bulgaria, lo staff e alcuni membri del cast si riunirono e andarono in un orfanotrofio della zona con l’obiettivo di presentare quello che facevamo come produttori cinematografici. I bambini hanno bisogno di speranza. Hanno bisogno di sogni. Se potessimo offrire loro un luogo che possano considerare come qualcosa di importante per il loro futuro, ne saremmo felici. Durante questo evento, io e i miei colleghi portammo con noi un assistente di produzione che aveva lavorato come attore in un teatro locale per bambini. Sono venuti anche le controfigure, le parrucchiere e le truccatrici per gli effetti speciali. Ciascuno ha presentato il proprio ruolo preciso nella organizzazione del filmmaking, e abbiamo lasciato che i bambini giocassero nell’arena. Questo ha permesso loro di capire quali fossero i loro talenti e quanto fossero utili tutte queste competenze nel mondo della recitazione. Quando ho a che fare con queste cose, non lo faccio per la visibilità. È veramente fantastico dare così tanto e fare qualcosa per un bene più grande.

 

Imagista: Chi è stato per te una grande influenza durante tutta la tua vita?
Stana Katic: Sinceramente, tutti quelli che hanno dei tendini posteriori del ginocchio molto flessibili! Ho appena finito un corso di yoga con un maestro e sono così invidiosa di questi meravigliosi esperti di yoga dai tendini molto flessibili e belli.

 

TEAM CREDITS

Stana Katic @drstanakatic
Fotografo: Sergio Kurhajec @sergiokurhajec
Stilista: Mimi Fisher @themimifisher
Capelli: Matthew Monzon @matthewmonzon
Trucco: Lisa Aharon @lisaaharon
@herbivorebotanicals
Reparto tecnico: Lucien Sims @luciensims
Tecnici dell’illuminazione: Jonathan Orenstein @jonathanorenstein
Retouching: Tyler Huff @pixelspaceny
Scattate nel Ten Ton Studio @tentonstudio

 

HOME » SERVIZI FOTOGRAFICI/PHOTOSHOOTS » 2019 » SERGIO KURHAJEC

 

La serie ‘Absentia’ con Stana Katic rinnovata per la terza stagione

Deadline ha svelato oggi che Amazon sta finalizzando il rinnovo della terza stagione della serie con protagonista e produttrice Stana Katic, Absentia.

La notizia è arrivata solo 15 giorni dopo il debutto della serie su Amazon Prime Video nel territorio degli Stati Uniti e in altri paesi selezionati del mondo.
In America Latina e in alcuni paesi europei, la serie è stata trasmessa sui canali della Sony Pictures Television.

Deadline ha anche detto che la serie si sta già preparando per iniziare la produzione della terza stagione in Bulgaria, dove sono state registrate anche le prime due stagioni. Non ci sono ancora informazioni sull’anteprima della premiere o sul numero di episodi.

E per coloro che fossero curiosi, le sessioni di allenamento che Stana Katic ha fatto nelle scorse settimane sono proprio per Absentia, come l’attrice stessa ha confermato sul suo profilo Twitter.

 

https://twitter.com/stana_katic/status/1146189376747032576?s=21

Stana parla della 2ª stagione di “Absentia” e della sua esperienza in “castle”

La star di ‘Absentia’ parla della sua esperienza nella serie crime ‘Castle’ e di come il suo attuale ruolo sia diverso

L’ex star di Castle, Stana Katic, è tornata come la presunta agente dell’FBI Emily Byrne nella seconda stagione di Absentia su Amazon Prime Video. L’attrice quarantatreenne presenta la nuova stagione e riflette sulle lezioni apprese durante la sua permanenza nella serie Castle e sul modo tumultuoso con cui la serie si è conclusa, lasciandola andare via dallo spettacolo poco prima che venisse cancellata completamente.

Dove troviamo Emily all’inizio della seconda stagione?
Uno dei punti di forza di Emily nella prima stagione era la consapevolezza che suo figlio era ancora vivo e forse un giorno avrebbe potuto sopravvivere a tutto e riunirsi a lui. E c’è un evento alla fine della prima stagione che mette tutto in discussione. Nella prima parte della seconda stagione, sta cercando di capire cosa è successo quando è stata in prigionie e  chi è stato a catturarla. I segreti su cui tutti gli altri sono rimasti aggrappati all’inizio e nello svolgersi poi i personaggi ad un certo punto hanno iniziato a lavorare a sostegno di Emily, abbiamo scoperto parte del loro lato oscuro.

Sei stata messa sotto torchio interpretando Emily. Quanto sono state difficili le scene di tortura in acqua?
L’abbiamo girato per molti giorni, dannazione! Ho detto, “Ragazzi, possiamo fare tipo tutte le scene di tortura in acqua in una volta sola, quindi non devo farlo di nuovo?” Se c’è una terza stagione, sarebbe stato piacevole se le avessimo già avute a disposizione sapendo di potervi attingere.

Puoi uscire dal ruolo facilmente?
È stato difficile, sicuramente. Lo stavamo girando in Bulgaria, e io ero lì [senza la mia famiglia] per una buona parte di tempo. Così per fortuna gli sono state risparmiate tutte le conseguenze negative. Ma non c’è niente che un bicchiere di vino non possa guarire alla fine della serata.

Com’è lavorare con il nostro Matthew Le Nevez, che interpreta l’agente dell’FBI Cal Isaac?
È stato fenomenale. Ho visto tutti e 10 gli episodi e voi ragazzi lo amerete. Matt è uno di quei ragazzi che brilla proprio.

Sono passati tre anni dalla fine di Castle. Le persone ti chiedono ancora del personaggio quando ti riconoscono?
Sì, le persone si avvicinano ancora a me e sono ancora entusiasti di quel personaggio, perché è ancora in onda a livello internazionale. E mi piace quando conoscono il mio nome e forse non il nome del mio personaggio, o forse mi riconosco per il nome del mio personaggio. Ho lavorato molto duramente a quella serie, è stata importante per me. E mi sento come se dovessi proteggerlo per il pubblico, soprattutto perché molti di loro lo amavano davvero.

Hai recitato a Castle per anni, in un periodo in cui le donne non hanno sempre avuto lo stesso rispetto degli uomini in quel mondo. Quali lezioni hai imparato durante il tuo tempo nella serie?
Pazienza, coerenza… Ci sono così tante volte che vedo che là fuori è tutto scontato, perché ho il titolo d’attrice, che forse non sono ritenuta così capace in quel momento. E quindi devi solo sopportarlo ed essere come, “Ok, è quel tipo di situazione. “Sono entrata nelle stanze dove so che c’è il presupposto che tu possa non essere intelligente come loro. Ma ho anche lavorato con persone davvero meravigliose. Soprattutto in questo momento, stiamo vivendo una grande esperienza di collaborazione. E quindi non so se si tratta di una cosa maschile/femminile o solo di attori in generale, ma so che avere la pazienza di affrontare quel presupposto e quindi la coerenza per continuare a fare del tuo meglio, di solito si sbarazzano di quei preconcetti e poi possiamo andare al lavoro.

Hai imparato a chiedere il rispetto che meriti o hai sempre saputo parlare?
No, non sono sempre stata in grado di parlare. E non sono stata brava a stabilire dei limiti e questo è qualcosa che sto ancora imparando. Ma, credo che nulla crea rispetto e uno spazio creativo impegnato come la coerenza, il duro lavoro e la pazienza.

 

Stana katic partecipa al IMDB show

STANA PARLA CON IMDB SHOW SU ABSENTIA E ALTRO

Stana Katic continua con la promozione della seconda stagione di Absentia, che ha debuttato il 14 giugno su Amazon Prime negli Stati Uniti. In questa occasione, ha visitato The IMDB Show, dove ha realizzato un video live di circa 1 ora e parlato sia di Absentia che della sua carriera professionale (vecchi progetti come Acid Freaks, apparizioni in TV come ER, CSI, … e Castle). Durante l’intervista ha parlato brevemente di “Liberté: A Call to Spy”, che sarà presentato in anteprima questo fine settimana al festival di Edimburgo.

Tra le varie curiosità della seconda stagione di Absentia, l’attrice ha dichiarato che lei e il cast andavano spesso all’Escape Room, mentre registravano in Bulgaria.

&nbsp

Puoi vedere l’intera intervista qui:

Le foto di Stana Katic al imdb show e il dietro le quinte puoi vederle qui:

HOME » EVENTI/EVENTS » 2019 » THE IMDB SHOW  »

STANA KATIC PARLA CON ENTERTAINMENT SPOTLIGHT DI ABSENTIA

Abbiamo avuto la possibilità di sederci con Stana Katic (@katicstanaofficial) nel backstage di @build la scorsa settimana e abbiamo parlato del suo ruolo da protagonista in Absentia come agente speciale Emily Byrne, paperelle di gomma e di Star Trek.

Se potessi avere una conversazione con l’agente dell’FBI Emily Byrne, cosa chiederesti?
Uh, amica, quella pettinatura, dove sei andata a farla?

C’è un argomento che conosci davvero bene?
No, non sono quel tipo di persona. Non mi sento come se sapessi tutte le cose. Adoro esplorare e conoscere altre culture e altre parti del mondo, la storia, lo spazio e cose come quelle.

C’è qualcosa di cui sei una super fan?
Sì, ci sono un sacco di cose. Quando parli di super fan, di solito mi sento come se parlassi direttamente a questa parte, che sostengo perché guardo Star Trek. Sono una grande sostenitrice del giorno in cui spero di interpretare qualcuno con le orecchie a punta. Sono una grande sostenitrice della parte dei buoni con quelle orecchie a punta.

Come descriveresti Absentia a un bambino di cinque anni?
“Tesoro, sai come quella volta in cui eri in piscina e la paperella di gomma non aveva più aria, e ti ricordi una specie di bocchetta in fondo alla piscina, e l’aveva quasi persa così tuo zio Mike ha nuotato e ha ripreso la paperella per te? Ti ricordi come ti sei sentito? Eri così triste per la paperella di gomma?”

E il bambino di cinque anni, spero, direbbe “Sì.”

“Ecco Absentia è una specie di storia sulla paperella di gomma, e la sua vita proprio dopo quel momento che riemerge dall’acqua di nuovo.”

Qual è la cosa più memorabile che ti sia mai capitata sul set?
Abbiamo un regista di Absentia che ha diretto tutta la nostra prima stagione, si chiama Oded Ruskin e ha diretto il primo pezzo della seconda stagione. Aveva l’abitudine di [dire], “Taglia! Taglio! Va bene! Grande! Eccezionale Grazie!” E, sai, stava succedendo. Tutti abbiamo sviluppato una sorta di stenografia tra noi e ci prenderemmo in giro tra un take e l’altro. Sarebbe come, “Agisci!” E volevamo dire, “Direct!” E dopo un taglio era come, “Ok! Grazie! È stato grandioso!”… e ha preparato un’altra ripresa, e alla fine sono arrivata al punto di dire “Prendo i miei grazie in Manolo Blahniks.” E alla fine della prima stagione, non ci potevo credere, io credevo che fosse una presa in giro, e alla fine della prima stagione mi hanno regalato questa scatola, questa bellissima scatola di stupendo camoscio blu Manolo Blahniks. Sono rimasta colpita, grata e scioccata.

Se una canzone a tema venisse suonata ogni volta che entri in una stanza, quale canzone sarebbe?
Deve essere il tema di Bond, amico. Ciao!

Ti ispiri a qualcuno nella tua performance?
Dipende dal personaggio. A volte è un personaggio storico, a volte è un animale, a volte è un personaggio dei cartoni animati. Quindi dipende dal personaggio. Ad esempio, [l’agente speciale Emily Byrne] per me è una specie di mix di Edward Mani di Forbice che incontra Harry Potter.

Se tu fossi nominata per un premio per qualcosa di diverso dalla tua carriera, quale sarebbe?
Mi piacerebbe vincere il premio Nobel per la pace. [RISATE] dico davvero.

Siamo tuoi fans ossessivi!
Segui Stana Katic su Tumblr (@katicstanaofficial) per aggiornamenti e eccellenti ~contenuto estetico~ e assicurati di guardare la seconda stagione di Absentia su Amazon Prime Video.

 

Stana Katic al BUILD Series per promuovere absentia

Stana Katic parla della seconda stagione di Absentia al BUILD Series 

Stana Katic ha frequentato gli studi di registrazione di BUILD series a New York il 13 giugno per parlare dell’imminente seconda stagione di Absentia, che ha debuttato su Amazon prime video il giorno dopo negli Stati Uniti, Regno Unito, Italia (elenco che metto dopo)

Durante l’intervista Stana ha parlato, tra le molteplici cose, dell’esperienze vissuta in Bulgaria durante il periodo di registrazione della nuova stagione.

Guarda l’intervista completa:

 

Stana al BUILD Series:

HOME » EVENTI/EVENTS » 2019 » BUILD SERIES NYC »

 

Foto di Stana fuori degli studi BUILD Series:

HOME » EVENTI/EVENTS » 2019 » OUTSIDE BUILD STUDIOS »