La ex-stella di ‘Castle’ sulla nuova serie: “Davvero bello avere una voce”

Dopo la sua brusca, controversa uscita da “Castle” della ABC, Stana Katic voleva un maggiore controllo creativo sul suo progetto televisivo successivo, “Absentia.”

“Sono stati aperti all’idea che io partecipassi come produttore esecutivo”, dice riguardo la sua nuova serie di Amazon. “è stato davvero bello avere una voce. Nel panorama attuale di Hollywood, penso convenga ad una donna – quando si abbia la possibilità di avere un posto al tavolo – prenderlo.”

Come “Castle”, “Absentia” riguarda il crimine, benchè ciò è dove le somiglianze finiscono. Mentre “Castle” — in cui la Katic ha recitato insieme a Nathan Fillion — era una tragicommedia procedurale, “Absentia” è un thriller. Stana Katic interpreta l’agente FBI Emily Byrne, che riappare sei anni dopo essere stata dichiarata morta. A rendere le cose peggiori, lei non ha ricordi del periodo di mancanza. Al suo ritorno, trova che suo marito si è risposato e che lei stessa è implicata in una nuova serie di omidici.
Dopo l’ottava stagione di “Castle”, la ABC ha annunciato che la Katic non sarebbe stata parte della potenziale nona stagione con Fillion, per la cronaca per “ragioni di budget”. È stata una sorpresa spiacevole per Stana Katic.

(E “Castle” non è mai tornato per una nona stagione.)

Ma la Katic dice che anche la produzione è uno dei suoi interessi di vecchia data – altro motivo per cui si è immersa in “Absentia.” “Indipendentemente da qualunque esperienza nel passato, per me è davvero importante essere assorbita nel processo creativo il più che posso”, dice. “Ero sorpresa di quanto gli otto anni trascorsi su ‘Castle’ sono effettivamente serviti per questo. Sono finita, in un certo modo, per avere un’istruzione gratuita in quello show.”

“Chiederei sempre un sacco di cose sui produttori e sui registi. Era un assorbimento sottile di informazioni che sono stata capace di girare e, credo, questo abbia creato un valore aggiunto per questo nuovo progetto”.

Un aspetto inatteso del suo ruolo in “Absentia”, tuttavia, è il fatto che Emily sia una madre. Benchè la Katic avesse molte offerte dopo “Castle”, aveva a mente specifici limiti.

Ho detto [al mio agente], ‘Questo suona terribile ma non voglio interpretare una mamma e non voglio interpretare la moglie o ragazza di’. In molte storie, quei personaggi sono solo apprensivi e basta”, dice. “quello è il loro ruolo nell’intero film o serie – si preoccupano soltanto e non sono parte dell’effettivo arco o ingegno che muove la storia.

Ma quando “Absentia” è giunto alla sua attenzione, lei si è rianimata.

Questo è uno dei pochi ruoli che ho visto in cui, si, questa donna ha un bambino e ciò c’è nella storia, ma lei ha una relazione meravigliosa con il figlio. Lei è molto di più. Lei è una tosta, è una sopravvissuta a qualcosa di estremo. Essere capace di recitare con tutte queste dimensioni è stato davvero eccitante.

Le sue principali fonti di ispirazione per interpretare Emily potrebbero essere sorprendenti: Cillian Murphy e Tom Hardy.

“Amo il personaggio di Cillian Murphy in ‘Peaky Blinders’ e quello di Tom Hardy in ‘Taboo’ — questi sono i personaggi che, come membri del pubblico, seguitamo e per i quali tifiamo”, dice lei. “Ma la nostra stessa moralità sia testata nel corso del viaggio, poiché questi personaggi sono sulla linea tra moralità ed immoralità.”

Penso che sia davvero interessante.

Abswentia” Ora su Amazon.

Indietro | Top